Sostenibilità Ambiente Educazione Società

Il valore dell’educazione ambientale, le sue luci, le sue criticità

Share

Cosa rispondere alla domanda “se e quanto è importante investire in educazione ambientale”?

Mario Salomone

Cosa rispondere alla domanda “se e quanto è importante investire in educazione ambientale”? In tempi in cui le preoccupazioni economiche fanno da padrone, si potrebbe rispondere, ad esempio che il caso dell’educazione ambientale è quello che in economia si chiama costo-opportunità: gli investimenti in educazione ambientale da un lato fanno risparmiare perché aumentano l’adesione e la collaborazione dei cittadini alle norme ambientali, dall’altro lato stimolano l’innovazione e favoriscono lo sviluppo della green economy, perché accrescono la domanda di beni e servizi ecologici o biologici e creano il terreno favorevole alla transizione verso modelli di produzione e consumo sostenibili, quindi verso una migliore qualità della vita e un benessere “equo e sostenibile”.

Ma sarebbe bello potere anche rispondere che l’educazione è una chiave fondamentale per costruire il futuro e che oggi l’educazione o è “ambientale” o non è. È la chiave per ridare un’anima a una società stanca, malata, in crisi morale e sociale, in cui le disuguaglianze aumentano esponenzialmente, e parallelamente alla ricchezza di pochi e ai capitali nascosti nei paradisi fiscali.

Leggi tutto...
 

Le ferrovie tolgono il disturbo

Share

1 operai smantellano i sedili alla stazione centrale di MilanoMODSolo posti in piedi in treno e alla stazione (di Mario Salomone)

Milano, Stazione Centrale, venerdì 17 gennaio 2014, ore 11. È venerdì 17 per chi cerca un po’ di caldo alla Stazione Centrale di Milano. Alcuni operai, scortati da guardie private armate, smantellano i sedili nell’area di fronte ai servizi igienici della stazione. Si tratta di un angolo riparato e, unico in tutta la stazione, un po’ caldo, grazie all’aria che fuoriesce dalle vicine toilette a pagamento (1 euro per fare pipì).
Di posti dove sostare nelle stazioni italiane non ne sono rimasti molti, come è noto: le FS si sono vendute la sale di aspetto, trasformate (come la bella e monumentale sala della stazione di Milano) in centri commerciali. Rimangono qua e là solo pochi sedili, che d’inverno sono esposti al freddo e al vento, tranne appunto quelli ora eliminati a Milano. A meno di non andare a fare shopping: lo spazio della stazione, le scale mobili, i tapis roulant (a Milano, ma anche in altre grandi stazioni) sono organizzati, appunto, per obbligare, come in una gimcana, i passeggeri a passare davanti al maggior numero possibile di vetrine e a entrare nei negozi. Business is business. Perché dunque smontare i sedili? Perché le guardie, che squadrano di brutto il sottoscritto che fa foto e gli si avvicinano con aria intimidatoria, invitandolo a spostarsi altrove? Sarà che il luogo è gradito agli homeless, che bisogna mandar via? Sarà che qualcuno tra chi paga 1 euro per fare pipì non gradiva lo spettacolo?

Leggi tutto...
 

Eco&Eco 2012 e Premio Torino Smart City

Share

cartolina_-_frontGiovedì 6 dicembre 2012 dalle 9 alle 17, nella Sala lauree Scienze Politiche in Via Verdi 25 a Torino si terrà il convegno “Eco&Eco. SCENARI E PROSPETTIVE DELLA GREEN ECONOMY DOPO RIO +20. Innovazione sociale e sostenibilità nel sistema socioeconomico torinese. Prospettive, bisogni, buone pratiche", organizzato dall’Istituto per l’Ambiente e l’Educazione Scholé Futuro onlus con il contributo della Camera di Commercio di Torino e con i patrocini del Ministero dell’Ambiente, Ministero dello Sviluppo Economico, della Regione Piemonte, della Città di Torino e della Fondazione Torino Smart City.

Leggi tutto...
 

Una scarica di pile per la provincia di Macerata

Share

l35Si tirano le somme del concorso "Impariamo in aula come comportarci con le pile e gli accumulatori portatili", indetto da European Recycling Platform (ERP) Italia e WWF per l'anno scolastico 2011/12.

L'iniziativa ha coinvolto 18 scuole, 7500 studenti e 1000 docenti in un programma di sensibilizzazione all'utilizzo e smaltimento corretto di pile e batterie tramite una raccolta in classe. La scuola primaria del quartiere Pace, a Macerata, ha stabilito il record di 294 kg di accumulatori esausti mentre in totale il progetto ha permesso di arrivare a 1867 kg: circa 13 pile per ogni bambino e bambina.

Leggi tutto...
 

Torino: al via Salone del Gusto e Terra Madre

Share

salonegusto_-_petriniIeri sera il Palaisozaki di Torino si è tinto dei mille colori dei delegati delle 400 comunità Slow Food presenti per l'inaugurazione del nono Salone del Gusto, per quest'anno accoppiato alla quinta edizione di Terra Madre.
Presenti tra gli altri il sindaco Piero Fassino, l'assessore alla Cultura e alle Politiche Giovanili della Regione Piemonte Michele Coppola ed il presidente di Slow Food Carlo Petrini.

Leggi tutto...
 
  • «
  •  Inizio 
  •  Prec. 
  •  1 
  •  2 
  •  3 
  •  Succ. 
  •  Fine 
  • »
Pagina 1 di 3

Area Riservata






ultimi numeri di .eco

        cover eco 228 229
        cop 1 2017
        cover eco 224 225        

Effetto farfalla

effetto_farfalla

nebbia1

angelini1

leone1

senza_titolo-5_copia


hotload yourxporn

Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies ed altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti. Utilizzando questo sito, acconsenti agli utilizzi di cookies e delle altre tecnologie descritti nella nostra Cookies Policy.