Arrivano le Seconde Giornate Pan-europee dell’educazione ambientale

Il 25 e 26 settembre 2014 Bergamo diventa la “capitale europea” dell’educazione ambientale. Infatti si svolgono in quei giorni le Seconde Giornate Pan-europee dell’educazione ambientale e alla sostenibilità.

L’evento è organizzato da WEEC Permanent Secretariat (l’organizzatore del World Environmental Education Congress), Regione Lombardia, Provincia di Bergamo, Comune di Bergamo, in collaborazione con FLA Fondazione Lombardia Ambiente e CEA Centro di Etica Ambientale, con il patrocinio della Rappresentanza in Italia della Commissione Europa, del Parlamento Europeo e del Ministero dell’Ambiente e con il sostegno di Fondazione Cariplo, Istituti educativi, ATB, Montello, Università di Bergamo.

La prima edizione si è tenuta a Lione (Francia) il 4 marzo 2013.

Leggi tutto...
 

Pubblicati gli atti del 7weec. Disponibili gratuitamente

7WEEC eng 2Sono stati pubblicati e sono ora disponibili gratuitamente, scaricabili qui, gli atti del Settimo Congresso Mondiale dell'Educazione Ambientale (WEEC World Environmental Education Congress), organizzato dal Segretariato Permanente della rete WEEC e dalla Fondazione Mohammed VI per la protezione dell’ambiente che si è svolto a Marrakech nel giugno 2013.

Il congresso ha visto la partecipazione di oltre 2400 delegati venuti da 105 paesi del mondo. Il WEEC ha così festeggiato il suo decimo anno di attività e l'organizzazione della settima edizione dei congressi che dal 2003 si sono svolti in quasi tutti i continenti (dal Portogallo al Brasile, passando per l’Italia, dal Sud Africa al Canada, dall'Australia fino all'edizione di quest'anno in Marocco).

Leggi tutto...
 

Torino: nasce la casa dell'ambiente

Ecofoyer 0101 web

(27/9/2014) Si chiama "Ecofoyer" la nuova casa dell'ambiente e del territorio che aprirà presto a Torino. Sono infatti iniziati oggi i lavori di impiantistica negli spazi di corso Moncalieri 18 destinati a diventare un polo metropolitano di iniziative per la sostenibilità.

Il complesso, sul Po e di fronte ai celebri Murazzi e alla centralissima piazza Vittorio Veneto, ospita varie altre realtà, alcune delle quali partner del progetto di cui è capofila l'Istituto per l'ambiente e l'educazione Scholé Futuro: gli Amici del fiume e il centro di protagonismo giovanile CAP10100. E a poca distanza, in collina, opera l'associazione Parco del Nobile con la fattoria didattica Propolis, quarto partner della "Casa dell'ambiente". Sarà un foyer (in francese, appunto, "centro", "focolare") di incontri, dibattiti, corsi, mostre, per sviluppare reti e sinergie su ambiente e sostenibilità. E, con AIAPP, l'associazione degli architetti del paesaggio, un punto di rifermento in vista del congresso mondiale di architettura del paesaggio che si terrà nel 2016 a Torino.

 

7° WEEC: il congresso mondiale (quasi) dal vivo

Si sfoglia come un giornale, è ricco di immagini e di cifre: è lo speciale che la Fondation Mohammed VI pour la protection de l’environnement (organizzatrice del 7th WEEC in Marocco) ha dedicato ai lavori del Settimo congresso mondiale dell’educazione ambientale, che si è svolto nel giugno 2013 a Marrakech. Clicca qui per accedere

 

Intervista a Roberta Pellegrini, direttore dell'Associazione Stampa Subalpina

IMMAGINE RUBRICA

Roberta Pellegrini è direttore dell'Associazione Stampa Subalpina, sindacato dei giornalisti del Piemonte, di cui cura anche il sito www.stampasubalpina.it e la pagina Facebook, www.facebook.com/stampasubalpina.
Giornalista, ha cominciato a scrivere nel 1984 su "La Voce del Popolo", ha lavorato per anni al "Corriere di Chieri" ed ha collaborato con diverse testate locali e nazionali.

1) Potresti presentare brevemente l'Associazione Stampa Subalpina a chi, eventualmente, non la conoscesse?
La Subalpina è l'associazione dei giornalisti piemontesi. E' nata 115 anni fa, nel 1899, nello stesso anno di Hemingway e di Hitchcock, Al Capone e Fred Astaire. Ed è nata con un obiettivo sindacale: contrastare il "proletariato giornalistico", che riguardava quanti  lavoravano mal pagati nelle redazioni e per le testate di allora. Non che oggi sia di molto migliore la condizione di tante colleghe e colleghi. Se ripercorriamo la storia, ma proprio la storia dell'umanità, ogni conquista sindacale, civile, va continuamente difesa e semmai riguadagnata.

Leggi tutto...
 

Il numero di giugno di Pianeta azzurro è online

coover numero 1 Paz giugno 2014Il numero di giugno di Pianeta azzurro è un dossier dedicato alle specie alloctone nel Mare Mediterraneo.
Diversi punti di vista per affrontare un tema ecologico attuale e che ancora vede studiosi schierarsi su differenti fronti. Alcuni, infatti, ritengono che questo "effetto collaterale" dovuto ai cambiamenti climatici (e all' impatto antropico) deve assolutamente essere arrestato. Altri sostengono che difficilmente potremo arrestare un processo di "invasione" e che è necessario piuttosto fornire all'ecosistema marino il tempo necessario a raggiungere nuovi equilibri....

Il numero 1 è in consultazione gratuita....scaricalo QUI....buona lettura!

 

Libri in saldo estivo su ambiente e sostenibilità

sconto 50

Solo fino al 31 agosto i libri di Effetto farfalla (edizione cartacea) sono scontati del 50%, acquistandoli direttamente su questo sito (sezione Eco-Shopping). E le spese di spedizione sono comprese.

Tra questi (clicca sui titoli per i dettagli):

  • Storia, principi e soprattutto prospettive dell’educazione ambientale in: Sostenibilità in costruzione, di Mario Salomone (Euro 10 invece di 20)

  • L’economia illegale e sommersa: dati e spiegazioni di un fenomeno che vede l’Italia nelle peggiori classifiche, in:Prodotto Interno Losco, (Euro 3.50 invece di 7)

  • Nel trentesimo anniversario della comparsa di Aurelio Peccei, un libro per capire l’importanza e l’attualità del fondatore del Club di Roma:L’umanità oltre il malpasso, di Mario Salomone (Euro 7,5 invece di 15)

  • Leggi tutto...
     

    Le interviste virtuali di Tiziana Carena: Intervista a Carla Aira

    IMMAGINE RUBRICACarla Aira insegna a Ivrea al Liceo Scientifico Statale A. Gramsci e collabora da tempo con case editrici quali DeAgostini, Pearson, Edisco e Capitello. Nel 2012 ha pubblicato una storia e antologia della letteratura inglese per IL Capitello (con A. Finotto e Pignet, From 1900 Onwards London, Bell-Torino Il Capitello) e scrive  per il sito iltrovalibri.it (wordhunter). Ha collaborato con un contributo intitolato Il giallouna letteratura da scoprire in F. Ingravalle (a cura di), L’evento. Aspetti e problemi, POLIS Working Papers n. 212, March 2014.

    Leggi tutto...
     

    Le interviste virtuali di Tiziana Carena

    IMMAGINE RUBRICAIntervista a Chiara Sironi sul volume Edipo. Re e vittima a cura di Maddalena Mazzocut-Mis e Gianfranco Mormino, Milano, Mimesis, 2014

    Chiara Sironi è dottoranda di ricerca con borsa di studio in Scienze Filosofiche – indirizzo Estetica e Teoria delle Arti presso l’Università degli Studi di Palermo. Il suo campo di ricerca riguarda l’estetica del Settecento, in particolare l’estetica di ambito inglese. Dal 2013 collabora attivamente con il gruppo di ricerca diretto dalla Prof.ssa Maddalena Mazzocut-Mis, docente di Estetica e di Estetica dello Spettacolo presso l’Università degli Studi di Milano.
    Tra le sue pubblicazioni si segnala il saggio «L’Oedipus di Dryden e Lee: un percorso nel labirinto della Natura», in Edipo. Re e vittima, a cura di M. Mazzocut-Mis e G. Mormino, Mimesis, Milano 2014.

    Leggi tutto...
     

    Prevenzione del rischio, perché è importante per l’educazione ambientale

    copertina mag giu 2014Ci sono rischi naturali e rischi tecnologici. Secondo una nota definizione del sociologo Ulrik Beck sono i secondi ad avere fatto della nostra società una “società del rischio”.

    Nel caso di quelli naturali, si può evitare che si trasformino in catastrofi: a renderli pericolosi non è la natura “matrigna”, ma l’espansione della presenza umana. Quelli tecnologici non devono essere accettati: prevenirli, ridurli, affrontarli è una sfida culturale di cui l’educazione ambientale deve diventare leader.

    Resilienza, rapporto tra rischio e cambiamento sociale, ruoli di scienziati, operatori umanitari, legislatori e popolazione, condizioni di accettazione del rischio (da “sindrome Nimby” a sindrome “Amby”), educazione al rischio a scuola sono alcuni dei temi trattati nel numero monografico che .eco ha dedicato all’argomento.

     

    Rete internazionale di educazione ambientale

    environmental_copia
    weec_ridotto

    Giornate Pan-Europee dell'Educazione Ambientale

    BANNER

    i nostri Partner

    49195b

    c4c-logo

     

     
     
    Logo ICN 2012

    Fiere ed Eventi

    Banner per-educazionesostenibile banner-per.eco

    BANNER-ANIMATOBanner Primavera 2014 bannerMODimage001logo IT FITS  copy

    sulla stradaLogoper eco 169 57pxlogobioarchitettura_170peda bannerlogo_valori-.ecobanner_greenjobsbanner-architettura-ecosostenibilejoborientaedizioni_ambientelogo_ambiente_europa_170x60_-_x_.ecologo_ecobottegabannercesvi_.eco130529 DGCOMM EYC2013 BannersIT 170x60


    Area Riservata






    ultimi numeri di .eco

          copertina mag giu 2014

          COVER 200-201

          COPeco-198 199

          

          

    Effetto farfalla

    effetto_farfalla

    Agenzia formativa

    sfpiemonte

    banner_cds

    logoetica sport

    salomone1

    nebbia1

    angelini1

    leone1

    banner

    senza_titolo-5_copia

    Come sostenerci

    untitled-8_copy
    untitled-6_copy
    untitled-7_copy
    untitled-10_copy

    Seguici anche su

    seguici_anche

    Acquista On Line


    Leggi .eco

    abbonati_modulo

    Multimedia

    multimedia_grande