Tempesta tedesca, ma di sentimenti

Caffè filosofico N. 2 - Ripensiamo al romanticismo tedesco 
di Tiziana Carena

Continua la rubrica di Tiziana Carena dedicata alla filosofia, con un occhio particolare all’idea di natura, al principio di responsabilità e in genere a quanto nella filosofia ci può essere di aiuto nel (difficile) cammino verso la sostenibilità. La prima puntata è stata dedicata a Fichte e al “soggetto trascendentale” o “spirito” come principio assoluto della realtà

 
Perché parlare, oggi, nel 2015, allo Sturm und drang?
Ripensiamo a Klinger, Goethe, Schiller, Hamann, Schelling. 
Perché ripensare a quel movimento di idee straordinario di estetica del sentimento, di analisi del sublime?
Perché l'estetica è, tra le discipline filosofiche, la più legata all''uomo reale, all'uomo che fantastica oltre a ragionare.
A Torino, presso la locale università, nel corso degli anni Ottanta del secolo passato non possiamo non ricordare il nome del professor Luigi Marino (del Dipartimento di discipline filosofiche; Marino avrebbe certamente meritato una voce nel DBI, proprio per i suoi lavori) che si occupava prevalentemente dell'epoca romantica tedesca e dell'Ottocento tutto, europeo, affiancato dal suo assistente di allora, Panizza, che approfondiva gli studi sulla poesia ingenua e sentimentale di Schiller.
Questi temi, le riflessioni ritornavano continuamente sul mondo greco e i suoi rapporti con la civiltà moderna per recuperane i valori, la loro autenticità. Non a caso Nietzsche con la sua Nascita della tragedia esalta l'autenticità dello spirito greco antico. Ripensare a questi temi, rivedere il senso della vita, risentire il sentimento profondo del rapporto uomo-natura e uomo-infinito.
 
 

 

Leggi tutto...
 
Share

1 settembre, giornata mondiale di preghiera per la conversione ecologica

L’ha indetta papa Francesco. La giornata ha un intento ecumenico e riprende una idea del patriarcato ortodosso

di Mario Salomone

 

papa francesco greenPapa Francesco ha deciso di istituire anche nella Chiesa Cattolica la “Giornata Mondiale di Preghiera per la Cura del Creato”, che sarà celebrata il 1° settembre, così come già da tempo avviene nella Chiesa Ortodossa. Da dieci anni il 1 settembre era già anche la giornata del creato in Italia.
Il papa rilancia così un impegno che sta caratterizzando il suo pontificato e dà un altro forte segnale dopo l’enciclica Laudato si’.
«L’annuale Giornata Mondiale di Preghiera per la Cura del Creato offrirà ai singoli credenti ed alle comunità la preziosa opportunità di rinnovare la personale adesione alla propria vocazione di custodi del creato, elevando a Dio il ringraziamento per l’opera meravigliosa che Egli ha affidato alla nostra cura, invocando il suo aiuto per la protezione del creato e la sua misericordia per i peccati commessi contro il mondo in cui viviamo» scrive il papa in una lettera ai cardinali Peter Kodwo Appiah Turkson, presidente del Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace, e Kurt Koch, presidente del Pontificio Consiglio per la Promozione dell'Unità dei Cristiani.

 

Leggi tutto...
 
Share

Milano, Barona: orti che fanno massa critica

Reportage. Angoliditerra, la sfida difficile di Claudio Cristofani

di Andrea Ferrari Trecate

angoliditerra milano web 

Se una persona dovesse farsi un’idea di come può apparire un orto urbano, nel senso più letterale del termine, dovrebbe cominciare la sua ricerca da via Chiodi, in zona Barona, a sud di Milano.
Un palazzone rosso mattone, una strada trafficata e una torretta di Telecom sono i segni forti, evidenti, che i confini di Milano sanno arrivare lontano.
Eppure gli orti “della Barona” sono proprio lì. Lo striscione dell’organizzazione che ne regola e difende l’esistenza spicca sulla recinzione e li presenta per quello che sono: un angolo di terra.
Claudio Cristofani eredita dalla sua famiglia quei terreni anni fa e riesce a immaginarne un futuro più utile di un semplice parco e più ecosostenibile di un nuovo condominio.
I vialetti attraversano gli spazi coltivati, tra verdure e fiori e bracieri per il barbecue.
La gente sorride, felice di avere uno spazio verde ancora prima di sentirsi premiata dall’apparire dei primi germogli. Appare tutto naturale, come se quegli orti fossero sempre stati lì, sorti spontaneamente.
La realtà, invece, è decisamente diversa.
Leggi tutto...
 
Share

Un orto contro la cementificazione

Reportage. A vedere gli orti urbani di Tre Fontane (Roma) sono venuti perfino dal Kazakistan
 
di Andrea Ferrari Trecate

trefontane roma web 

In linea d’aria, partendo dalla Garbatella, non ci sarebbe molta distanza da percorrere per raggiungere il quartiere di Montagnola, il parco di Tre Fontane e i suoi orti urbani. Queste due parti di Roma però sono letteralmente divise da Via Cristoforo Colombo. Una strada a scorrimento veloce, un interminabile serpente di cemento, nato agli inizi degli anni ’40 e completato nel ‘54.
Questo confine fisico e non solo, questo muro di macchine e corsie, divide i due quartieri ma non le loro storie, piuttosto simili.
Due zone che ora Roma si appresta a inglobare ma che, fino a pochi anni fa, erano quartieri periferici, terreno fertile non per le coltivazioni ma per la malavita e, soprattutto, per lo spaccio e la diffusione della droga.
 
La funzione sociale degli orti
 
Gli orti di Tre Fontane però, pur condividendo con la Garbatella un’origine fieramente popolare e romanesca, sono mossi da uno scopo diverso dall’intento di difendere il quartiere dalla cementificazione.
 
Leggi tutto...
 
Share

L’attualità del pensare come mestiere

Caffè filosofico N. 1 - L’idea di dedicare uno spazio nel sito ai classici della storia del pensiero filosofico, antico e medievale, moderno e contemporaneo vuole presentare quel famoso pungolo socratico
di Tiziana Carena

Il portale Educazionesostenibile.it apre con questo articolo di Tiziana Carena una rubrica dedicata alla filosofia, con un occhio particolare all’idea di natura, al principio di responsabilità e in genere a quanto nella filosofia ci può essere di aiuto nel (difficile) cammino verso la sostenibilità

 

Caffè filosofico, prima riflessione: Fichte e il “soggetto trascendentale” o “spirito” come principio assoluto della realtà.
Siamo nel secolo dei Lumi. Se parliamo di Johann Gottlieb Fichte parliamo di un allievo di Kant, colonna della filosofia moderna e, forse, il “volano” della filosofia contemporanea.
Fichte nasce nel 1762, la sua famiglia è povera, ma le sue forze intellettuali vengono riconosciute dal suo maestro Kant che lo conduce per mano; egli approfondisce filosofia e teologia, come è consuetudine per l’epoca (pensiamo a Hegel, di nemmeno un decennio più giovane. Senza il binomio filosofia-teologia non ci sarebbe il sistema hegeliano con la sua indiscussa originalità). La formazione diviene, dunque, uno imprinting assolutamente necessario che determinerà l’originalità del filosofo e lo farà diventare un classico.
Di che cosa si occupò Fichte?
 

 

Leggi tutto...
 
Share

Prendere in mano la propria vita

Ritrovare se stessi per ritrovare il mondo. Un libro
di Tiziana Carena

 

Viaggio sulle ali-1«La nostra vita è un perenne correre, abitudine ormai consolidata anche nei gesti che potremmo compiere con molta più calma e consapevolezza. “Occorre fermarci per andare avanti”. Cambiare alcune nostre abitudini, spesso non in linea con il nostro corpo e la nostra mente, è possibile diventando consapevoli delle nostre risorse e di ciò che è in nostro potere per migliorare nelle diverse aree della nostra vita. L’essere umano ha il grande dono di poter prendere in mano la propria vita e scegliere come ripartire per costruire una vita ricca di gioia, serenità e pace, ma tutto questo deve partire dal senso di consapevolezza che è in lui. Nello scrivere questo libro ho ascoltato quel potenziale, quella passione, quella volontà che mi ha permesso di comprendere come spesso il cuore, la determinazione, il credere nelle proprie risorse può portare a superare i limiti che ognuno di noi si pone per raggiungere ciò a cui aspira di più, la sua mission, quella già nata nell’anima dell’Universo» (Antonio Nuzzachi).

Leggi tutto...
 
Share

Verdi monumenti alla determinazione

Reportage. Alla Garbatella (Roma) gli orti sono il simbolo della coesione di una comunità
 

di Andrea Ferrari Trecate

 

garbatella roma webLuigi di Paola colpisce con la punta delle scarpe il terreno del parco alle porte degli orti della Garbatella.

La zolla di terra si stacca a fatica. Sembra cemento.

«Vedi –mi dice- è questo il terreno che abbiamo trovato nel 2009, quando ci è venuta l’idea degli orti». Non mi stupisco che all’epoca in molti avessero battezzato come impossibile l’idea. La terra si presenta arida, priva di vita. Eppure, alzando gli occhi, gli orti sono proprio lì, davanti a me, un piccolo verde monumento alla determinazione che è stata quasi testardaggine.

Il quartiere della Garbatella oggi non presenta nessuno strascico della sua storia recente piuttosto travagliata. Nato come quartiere proletario a sud di Roma, è stato segnato dalla malavita organizzata, dall’eroina, apparsa e diffusasi quasi come un’epidemia, e dalla cementificazione voluta dai palazzinari. Uscendo dalla stazione della metropolitana si fatica persino a credere di trovarsi a Roma. Le architetture del barocchetto mi hanno accompagnato attraverso i giardini e i cortili. I ragazzini giocano per strada mentre nelle piazzette si respira l’aria di un paese di campagna. Il centro sociale di Casetta Rossa e il vecchio mercato occupato sono figli di giorni più recenti ma hanno lo stesso denominatore che caratterizza tutto il quartiere: la socialità.

 
Leggi tutto...
 
Share

Comunicare la scienza e l'innovazione sostenibile, un master a Milano

Un anno di lezioni, esercitazioni, laboratori informatici e multimediali

Sono aperte le iscrizioni per l’edizione 2015-2016 del Master dell’Università Milano-Bicocca che insegna a comunicare la scienza in modo corretto ed efficace e a promuovere la cultura dell’innovazione e della sostenibilità.
Gli studenti progettano e realizzano convegni aperti alla cittadinanza e molti prodotti pubblicati su web (colpodiscienza, MaCSIS, Youtubescienzainrete, clubdante, triwu, moebius - radio24 ecc.), e hanno la possibilità di partecipare alle attività di ricerca teorica e applicata del Centro interuniversitario MaCSIS.
Alla conclusione del Master, dopo aver condotto un progetto formativo (stage di 300 ore presso uno dei partner del Master) e una tesi teorica/sperimentale, vengono attribuiti 60 crediti formativi.
Per informazioni: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
 
Share

Teatro sì, ma sostenibile

Dal 10 al 19 luglio il festival internazionale del teatro in piazza.
Sant’Arcangelo di Romagna: uno dei più importanti festival teatrali europei punta sull’ambiente.
 
Santarcangelo – Festival Internazionale del Teatro in Piazza con i suoi quarantacinque anni di esistenza ha il privilegio di ricoprire il ruolo di uno degli appuntamenti nazionali e internazionali più all’avanguardia nell’ambito delle arti performative e teatrali, longevità che sottintende anche una forte capacità di rinnovamento artistico e organizzativo in funzione dei cambiamenti dei tempi che hanno accompagnato la sua lunga storia.
È, infatti, il più antico festival italiano dedicato alle arti della scena contemporanea, e uno dei più significativi appuntamenti europei nell’ambito del teatro e della danza.
Nato nel 1971, si è fondato nel segno della dimensione internazionale e del rapporto con la piazza.
 
Impegno per l’ambiente
 
Da alcuni anni Santarcangelo Festival Internazionale del Teatro in Piazza mette a disposizione pratiche sostenibili che fa conoscere al suo pubblico e alla sua comunità. Attraverso l’osservazione lo studio e l’ascolto del territorio, espande la consapevolezza che la questione ambientale e la conservazione del patrimonio naturale può e deve avvenire con il contributo di tutti.
Santarcangelo, insomma, si impegna a essere il luogo in cui la cultura teatrale dialoga e si confronta con le principali questioni che attraversano la sostenibilità di un territorio.
Abbiamo intervistato Chiara Mini, la persona che negli ultimi tre anni ha lavorato affinché tutta l'iniziativa fosse compatibile ecologicamente e sostenibile, con progetti che vanno dall'eliminazione dell'acqua in bottiglia a favore di quella pubblica, l'energia 100% derivante da fonti rinnovabili e certificata, le bici recuperate e messe a disposizione, l'utilizzo del car sharing per raggiungere il festival, il sistema di biglietteria elettronica e l'utilizzo di materiali bioplastici compostabili per il cibo.
 
 
Share

Corso di giornalismo ambientale Laura Conti, ultimi giorni per iscriversi

Scade il 3 luglio il termine per iscriversi alla XV edizione del Corso EuroMediterraneo di giornalismo ambientale Laura Conti che si tiene per il settimo anno consecutivo nel Campus Universitario di Savona. L’iniziativa si svolge dal 26 ottobre al 4 dicembre e prevede laboratori, borse di studio e un workshop di una settimana in cui si producono servizi giornalistici sulle valenze naturali e sociali, le risorse e le opportunità di sviluppo dell’area.

L’iniziativa è organizzata da Editoriale La Nuova Ecologia in collaborazione con Legambiente e in partenariato con l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia.

 
Share

Seguici anche su

             social FB

Come sostenerci

untitled-8_copy
untitled-6_copy
untitled-7_copy
untitled-10_copy

Rete internazionale di educazione ambientale

environmental_copia
weec_ridotto

Giornate Pan-Europee dell'Educazione Ambientale

BANNER

i nostri Partner

49195b

c4c-logo

 

 
 
Logo ICN 2012

Fiere ed Eventi

Banner per-educazionesostenibile  170x60

BANNER-ANIMATOlogo IT FITS  copy

sulla stradaLogoper eco 169 57pxlogobioarchitettura_170peda bannerlogo_valori-.ecobanner_greenjobsbanner-architettura-ecosostenibilejoborientaedizioni_ambientelogo_ambiente_europa_170x60_-_x_.ecologo_ecobottegabannercesvi_.eco130529 DGCOMM EYC2013 BannersIT 170x60


Area Riservata






ultimi numeri di .eco

        cover eco 210 2015  

        cover eco 208nov dic2014low

        COVER ECO 206sett ott14

                

Effetto farfalla

effetto_farfalla

banner_cds

logoetica sport

salomone1

nebbia1

angelini1

leone1

banner

senza_titolo-5_copia

Acquista On Line


Leggi .eco

abbonati_modulo

Multimedia

multimedia_grande

Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies ed altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti. Utilizzando questo sito, acconsenti agli utilizzi di cookies e delle altre tecnologie descritti nella nostra Cookies Policy.