Le interviste virtuali di Tiziana Carena: Intervista a Carla Aira

IMMAGINE RUBRICACarla Aira insegna a Ivrea al Liceo Scientifico Statale A. Gramsci e collabora da tempo con case editrici quali DeAgostini, Pearson, Edisco e Capitello. Nel 2012 ha pubblicato una storia e antologia della letteratura inglese per IL Capitello (con A. Finotto e Pignet, From 1900 Onwards London, Bell-Torino Il Capitello) e scrive  per il sito iltrovalibri.it (wordhunter). Ha collaborato con un contributo intitolato Il giallouna letteratura da scoprire in F. Ingravalle (a cura di), L’evento. Aspetti e problemi, POLIS Working Papers n. 212, March 2014.

Leggi tutto...
 

Le interviste virtuali di Tiziana Carena

IMMAGINE RUBRICAIntervista a Chiara Sironi sul volume Edipo. Re e vittima a cura di Maddalena Mazzocut-Mis e Gianfranco Mormino, Milano, Mimesis, 2014

Chiara Sironi è dottoranda di ricerca con borsa di studio in Scienze Filosofiche – indirizzo Estetica e Teoria delle Arti presso l’Università degli Studi di Palermo. Il suo campo di ricerca riguarda l’estetica del Settecento, in particolare l’estetica di ambito inglese. Dal 2013 collabora attivamente con il gruppo di ricerca diretto dalla Prof.ssa Maddalena Mazzocut-Mis, docente di Estetica e di Estetica dello Spettacolo presso l’Università degli Studi di Milano.
Tra le sue pubblicazioni si segnala il saggio «L’Oedipus di Dryden e Lee: un percorso nel labirinto della Natura», in Edipo. Re e vittima, a cura di M. Mazzocut-Mis e G. Mormino, Mimesis, Milano 2014.

Leggi tutto...
 

Prevenzione del rischio, perché è importante per l’educazione ambientale

copertina mag giu 2014Ci sono rischi naturali e rischi tecnologici. Secondo una nota definizione del sociologo Ulrik Beck sono i secondi ad avere fatto della nostra società una “società del rischio”.

Nel caso di quelli naturali, si può evitare che si trasformino in catastrofi: a renderli pericolosi non è la natura “matrigna”, ma l’espansione della presenza umana. Quelli tecnologici non devono essere accettati: prevenirli, ridurli, affrontarli è una sfida culturale di cui l’educazione ambientale deve diventare leader.

Resilienza, rapporto tra rischio e cambiamento sociale, ruoli di scienziati, operatori umanitari, legislatori e popolazione, condizioni di accettazione del rischio (da “sindrome Nimby” a sindrome “Amby”), educazione al rischio a scuola sono alcuni dei temi trattati nel numero monografico che .eco ha dedicato all’argomento.

 

Coltello a serramanico in mano ai bambini

Coltellino serramanico

Un bambino può maneggiare un coltellino a serramanico? E cosa succede se invece che forbice con le punte arrotondate gli diamo forbici appuntite? O se li mettiamo a contatto con piante velenose?
Daniele Zavalloni, noto educatore ambientale dell' Ecoistituto di Cesena ed esperto in prevenzione del rischio, spiega come fare di fronte ai rischi corsi dai bambini.  «La vita è piena di spigoli», afferma Zavalloni, «tanto vale conoscerli».

Leggi tutto l'articolo di D. Zavalloni "Se il coltello non taglia si chiama cucchiaio" dedicato all'argomento  uscito sul numero di maggio-giugno di .eco

 

Un Mare di Fotografie, si è svolta l'ultima tappa estiva a Ponza!

Un Mare di Fotografie arriva all’isola di Ponza, ed è subito un grande evento.

_DSC1411

I fuochi d’artificio della festa patronale di San Silverio accolgono simbolicamente il grande raduno, promosso dalla scuola Big Blue Diver, affiliata Diving Academy, e organizzato in modo splendido dal Ponza diving center, che ha gestito davvero alla grande un gruppo cospicuo.

 

 

 

Leggi tutto...
 

Abbecedario amazzonico: lettera V

Mancando in questa prima versione del nostro Abbecedario amazzonico le lettere W, X, Y e Z, V di várzea non è solo una voce, ma anche l'ultima delle voci. Dunque dobbiamo parlare di várzea e tirare le somme di questo abbecedario.

V

Várzea

Ad esempio, perché parlare di várzea? Basta digitarlo su wikipedia: nella versione portoghese, siamo rimandati alla planície de inundação, la cui traduzione italiana pare essere golena, ovvero “spazio piano compreso tra la riva di un corso d'acqua ed il suo argine”. La versione inglese ci rimanda a foresta di golena, che viene definita come “foresta alluvionale inondata dalle acque bianche dei fiumi amazzonici”. In questo caso wikipedia non ci aiuta più di tanto e fonti accademiche definirebbero la várzea in modo più preciso.

Leggi tutto...
 

Abbecedario amazzonico: lettera U

Con i mondiali finiti per nazionale italiana ma che continuano a dare spettacolo, sale la curiosità verso questa regione lontana e affascinante che è l'Amazzonia. Le squadre si trovano a giocare alle alte temperature tropicali, ma forse non tutti conoscono davvero il Paese che le sta ospitando, un paese caratterizzato da una cultura creola, con usi e tradizioni, leggende e credenze molto diverse dalle nostre.

Noi continuiamo a prepararci così, con qualche pillola giornaliera sull'Amazzonia: un racconto per ogni lettera dell'alfabeto!

U

Urucum

E' noto che si mangia con gli occhi tanto quanto, o più, che con la bocca. Ad avvalorare questa tesi c'è l'urucum.

L'urucum viene dall'urucuzeiro (Bixa orellana), un grande arbusto, i cui frutti, capsule dalla buccia coperta di morbide spine, sono raccolte e aperte; i semi, di colore rosso intenso, sono seccati e pestati, sino ad ottenere una finissima polvere. L'urucum è usato tradizionalmente e oggi anche industrialmente come colorante. Nella mia esperienza personale, non l'ho visto usare né per la tintura della pelle, né di oggetti, ma universalmente per rendere rossastro ogni tipo di vivanda ed in particolare la carne e il pesce. 

Leggi tutto...
 

Abbecedario amazzonico: lettera T

Con i mondiali finiti per nazionale italiana ma che continuano a dare spettacolo, sale la curiosità verso questa regione lontana e affascinante che è l'Amazzonia. Le squadre si trovano a giocare alle alte temperature tropicali, ma forse non tutti conoscono davvero il Paese che le sta ospitando, un paese caratterizzato da una cultura creola, con usi e tradizioni, leggende e credenze molto diverse dalle nostre.

Noi continuiamo a prepararci così, con qualche pillola giornaliera sull'Amazzonia: un racconto per ogni lettera dell'alfabeto!

T

Terra

Come dice Marcia Theophilo, poetessa e antropologa di Fortaleza, “l’anima del Brasile è un insieme di anime di molti colori e di molte età. E la prima anima possiede tutti i verdi della foresta amazzonica e tutti i profumi dei suoi fiori.”

Ma è la speciale aderenza che esiste tra la terra, con i suoi frutti, e l’acqua, in tutte le sue forme, che ha donato a questa foresta l’appellativo di Mãe d’agua, madre d’acqua. 

Leggi tutto...
 

Abbecedario amazzonico: lettera S

Con i mondiali finiti per nazionale italiana ma che continuano a dare spettacolo, sale la curiosità verso questa regione lontana e affascinante che è l'Amazzonia. Le squadre si trovano a giocare alle alte temperature tropicali, ma forse non tutti conoscono davvero il Paese che le sta ospitando, un paese caratterizzato da una cultura creola, con usi e tradizioni, leggende e credenze molto diverse dalle nostre.

Noi continuiamo a prepararci così, con qualche pillola giornaliera sull'Amazzonia: un racconto per ogni lettera dell'alfabeto!

S

Seringa

 

Seringa nel lessico amazzonico indica la gomma estratta dalla seringueira (Hevea brasiliensis). Ho assistito per la prima volta al processo di estrazione del caucciù nel villaggio di Anã, che si affaccia sul fiume Arapiúns: lunghi tagli diagonali sulla corteccia, quasi a creare una forma geometrica magica, da cui lentamente scende il denso liquido e si raccoglie in una coppetta di metallo, posta alla base (vedi foto). Questo albero fa parte di un piccolo “bosco” di seringueira, di una cinquantina di esemplari.

Leggi tutto...
 

Abbecedario amazzonico‏: lettera R

Con i mondiali finiti per nazionale italiana ma che continuano a dare spettacolo, sale la curiosità verso questa regione lontana e affascinante che è l'Amazzonia. Le squadre si trovano a giocare alle alte temperature tropicali, ma forse non tutti conoscono davvero il Paese che le sta ospitando, un paese caratterizzato da una cultura creola, con usi e tradizioni, leggende e credenze molto diverse dalle nostre.

Noi continuiamo a prepararci così, con qualche pillola giornaliera sull'Amazzonia: un racconto per ogni lettera dell'alfabeto!

R

Rede

Immagine ricorrente di un Brasile sonnecchioso e cullato dalle onde è un’amaca, con le sue estremità legate a due tronchi simmetrici di palma ed il suo lento dondolio che sembra seguire il ritmo mai uguale dell’acqua che si infrange sulla costa.

 

Ad aumentare il fascino che già quest'oggetto possiede a riposo, si è scoperto che dormire in amaca fa bene al fisico.

Leggi tutto...
 

Rete internazionale di educazione ambientale

environmental_copia
weec_ridotto

Giornate Pan-Europee dell'Educazione Ambientale

BANNER

i nostri Partner

49195b

c4c-logo

 

 
 
Logo ICN 2012

Fiere ed Eventi

Banner per-educazionesostenibile banner-per.eco

BANNER-ANIMATOBanner Primavera 2014 bannerMODimage001logo IT FITS  copy

sulla stradaLogoper eco 169 57pxlogobioarchitettura_170peda bannerlogo_valori-.ecobanner_greenjobsbanner-architettura-ecosostenibilejoborientaedizioni_ambientelogo_ambiente_europa_170x60_-_x_.ecologo_ecobottegabannercesvi_.eco130529 DGCOMM EYC2013 BannersIT 170x60


Area Riservata






ultimi numeri di .eco

      copertina mag giu 2014

      COVER 200-201

      COPeco-198 199

      

      

Effetto farfalla

effetto_farfalla

Agenzia formativa

sfpiemonte

banner_cds

logoetica sport

salomone1

nebbia1

angelini1

leone1

banner

senza_titolo-5_copia

Come sostenerci

untitled-8_copy
untitled-6_copy
untitled-7_copy
untitled-10_copy

Seguici anche su

seguici_anche

Acquista On Line


Leggi .eco

abbonati_modulo

Multimedia

multimedia_grande